Il Lecce non c'è, contro l'Andria è 0-0

17.01.2016 16:51 di Marco Melcore   vedi letture
Il Lecce non c'è, contro l'Andria è 0-0
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

Su un terreno al limite della praticabilità, il Lecce di Braglia non va oltre lo 0-0, pareggiando un bruttissimo derby contro la Fidelis Andria. I giallorossi conquistano 2 punti in due gare, esternano una preoccupante involuzione di gioco e tornano in Salento a quota 31 punti. Se contro la Lupa Castelli aveva destato tanta preoccupazione la scarsa trama offensiva, il Lecce visto oggi non farà di certo dormire sonni tranquilli a tutto il popolo giallorosso. Quella vista oggi al ''Degli Ulivi'' è stata una squadra imbarazzante, confusa e soprattutto rinunciataria. A differenza del collega avversario, un super Perucchini salva il risultato, è brillante in almeno quattro occasioni in cui la Fidelis avrebbe tranquillamente meritato di passare in vantaggio. I giallorossi in 93 minuti regolamentari non hanno mai tirato in porta, apparte una conclusione sbilenca di Papini a fine secondo tempo. Nonostante il cambio modulo, Braglia non trova l'assetto giusto, Surraco è inoperoso, Moscardelli è improponibile, Curiale non è mai innescato in maniera appropriata. Buona la prova della difesa, attenta, puntuale. Da dimenticare invece la prestazione degli esterni Lepore e Legittimo, mai afficaci, ansiosi, non sanno improvvisare. Il 2016 per il Lecce è tutt'altro che positivo, ha evidenziato grosse lacune qualitative, e Braglia non può fare miracoli. Benevento, ma soprattutto Foggia, sono attualmente troppo distanti dalla compagine salentina, e i punti di differenza non rispecchiano purtroppo la realtà. Il mercato è aperto, anche se Trinchera ha fatto ben capire che gli innesti sono praticamente finiti. Il rischio di essere risucchiati da Cosenza e Matera è più che mai vivo.