Lega Pro: Martina Franca-Lecce 1-1

26.09.2015 17:51 di Marco Melcore   vedi letture
Lega Pro: Martina Franca-Lecce  1-1
© foto di Flavio Mazzoleni

Il Lecce pareggia sul campo del Martina Franca e sale a quota 5 punti in classifica. Quello sceso in campo oggi, è stato un Lecce inedito, ricco di idee e con spirito di sacrificio. Il Martina ha portato a casa un punto d'oro, in una partita caratterizzata da un solo tiro in porta nell'arco dei 90 minuti. Asta deve fare a meno dei suoi attaccanti principali e decide di schierare Diop, con Surraco, Carrozza e Lepore a supporto. In cabina di regia De Feudis e Papini. Dopo tre giri di lancette, è Diop a presentarsi in area avversaria ma l'ex Matera spedisce alto sulla traversa. Il Lecce è ben messo in campo, non concede nulla e il Martina non è in grado di creare trame offensive. Al quarto d'ora, un super Surraco mette Diop solo davanti al portiere, ma la sfera termina sul palo. Sei minuti dopo Lecce ancora sforunato: cross di Liviero e colpo di testa di Papini, sulla respinta del portiere arriva Camisa ma la palla colpisce clamorosamente la traversa. Con l'evidente superiorità tattica e con un possesso ragionato, alla mezz'ora arriva la beffa per i giallorossi: cross dalla sinistra di Viola, palla sulla testa di Franchini e Martina in vantaggio con il minimo sforzo. La formazione di Asta non si disunisce e la tessitura di gioco non ne risente. La reazione giallorossa passa prima tra i piedi di Surraco, che spedisce di poco alto, e Carrozza, che non è scaltro ad anticipare Viotti. Nella ripresa la storia della gara non cambia e la chiave rimane invariata: al '52 e al '57 Viotti è ancora miracoloso su Diop che di testa sfiora il pari. Cinque minuti dopo è pericoloso Liviero, bravo a smarcarsi e a conludere di sinistro. Al minuto '65 è Surraco a concludere un perfetto cross di Lepore, ma arriva l'ennesimo miracolo dell'estremo difensore di casa. Passano cinque giri di orologio e per il Lecce arriva l'ennesima beffa: Papini, già ammonito, viene atterrato in area di rigore dopo un'azione magistrale giallorossa, per il direttore di gara è simulazione e ospiti in dieci. Con l'inferiorità numerica, Asta gioca la carta Vecsei, e all'ultimo minuto regolamentare il Lecce perviene al pareggio: l'ungherese, come una vera pura, anticipa un difensore avversario, controllo di sinistro e palla alle spalle dell'eroe di giornata Viotti. Dopo cinque minuti di recupero, il direttore di gara sancisce la fine delle ostilità. Allo stadio ''Tursi'' Martina e Lecce pareggiano per 1-1. 

Un Lecce vivace impatta ancora contro un avversario non del tutto ostico. Il Martina non è la Casertana, ma sotto il profilo del gioco non è stato sicuramente un passo indietro. Una partita sfortunata, dettata dalla super prestazione di Viotti. La formazione di Asta ha espresso trame offensive fluide e ordinate, ha esternato sicurezza e sopratutto voglia di creare. La classifica piange ancora, ma la via sembra quella giusta. Sabato arriva il Catania.