Romualdo Corvino, l'uomo in più della 'cordata-Sticchi'

17.07.2015 19:05 di LCW Redazione   Vedi letture
Fonte: Pianetalecce.it
Romualdo Corvino, l'uomo in più della 'cordata-Sticchi'

In attesa che inizi per il Lecce il calciomercato, la squadra parte in ritiro e lo fa con un organico ereditato dalla passata gestione al quale si aggiunge qualche rientro eccellente come Perucchini e Falco, quest’ultimo riscattato dall’attuale dirigenza.

Castel di Sangro rappresenterà per i prossimi giorni il cuore del team giallorosso, meta per eventuali nuovi arrivi e base di partenza per chi venisse giudicato non idoneo dal tecnico Asta.

La sensazione è che la nuova dirigenza voglia confermare per quanto possibile la Rosa che inizierà la preparazione agli ordini del tecnico e puntellarla con innesti mirati, in ruoli chiave. Non aspettiamoci grandi rivoluzioni, a meno di clamorose dipartite; ricordiamo infatti che giocatori come Falco, Doumbia, Perucchini fanno gola ad altri club, alcuni di categoria superiore e, se il Lecce che nelle intenzioni vuole trattenerli dovesse cederne uno o anche tutti e tre, lo farebbe soltanto dinanzi a proposte irrinunciabili ed in ogni caso provvederebbe  alla loro sostituzione con altri elementi allo stesso modo affidabili.

Il motivo di tanta solerzia sarebbe semplice: al di là delle cose dette e non dette, alcune non pronunciate per scaramanzia, l’obiettivo della nuova dirigenza è quello di vincere il campionato e per farlo allestirà una squadra competitiva.

Nessuno vuole rimanere in Lega Pro, categoria fin troppo dispendiosa e nella quale, una squadra come il Lecce, non può programmare negli anni. Non può farlo sul Settore Giovanile, mancante della “Primavera”, che ha il suo gradino più alto con il campionato Berretti. Troppo poco per investire risorse concrete, come si faceva quando i giallorossi veleggiavano tra Serie A e Serie B, pochissima visibilità in gare affrontate contro altre “piccole” formazioni e poca attendibilità nel vedere all’opera i ragazzi.

In poche parole anche la proprietà entrante cercherà sin da subito di centrare l’impresa che non è riuscita nei tre anni precedenti alla gestione Tesoro.

Professionalità e capacità gestionali sembrano essere il punto di forza della cordata-Sticchi, nonostante allo stato attuale non si capisce chi sarà il presidente della nuova US Lecce. Ma sono dettagli.

Sicuramente a livello dirigenziale sembrerebbe blindata la Rosa degli uomini ingaggiati, alcuni con esperienze trascorse, anche di spessore. La garanzia in ciò è rappresentata certamente da Romualdo Corvino che più che un consulente di mercato sembrerebbe essere il vero deus ex machina dei programmi e delle nomine degli uomini che compongono lo staff dirigenziale.

Sempre presente, anche nella scelta dello staff medico, così come ha detto il dott. Palaia nel comunicato di chiarimento, è sicuramente il punto di riferimento di tutta la nuova dirigenza, unitamente all’avvocato Sticchi Damiani.

Romualdo Corvino, agente FIFA e uomo conosciuto nel mondo del calcio, in questi primi giorni di lavoro ha dimostrato di essere qualcosa di più di un semplice consulente di mercato; chissà se, come anticipato dall’avvocato Sticchi nella conferenza di presentazione, Corvino, quando ci sarà il definitivo acquisto del Lecce da parte della nuova proprietà, non entrerà a fare parte del consiglio di amministrazione, immettendo nel progetto condiviso anche capitali della famiglia per garantire altra linfa al sodalizio giallorosso.